Barzellette - Esame di mimetizzazione
Barzellette


Esame di mimetizzazione
Esame di "mimetizzazione" per un finanziere, un alpino ed un carabiniere.
"Bene!" fa l'esaminatore, "adesso vi chiuderemo, uno alla volta, in questa stanza. Dopo 3 minuti rientreremo noi esaminatori e valuteremo la vostra capacità mimetica."
Mostrano loro uno stanzino vuoto, senza finestre, con a terra un grande sacco di iuta, vuoto.
Entra prima l'alpino.
Dopo 3 minuti rientra l'esaminatore e vede il sacco, pieno e chiuso, in un angolo.
Dà un piccolo colpo con il piede al sacco.
"Miaoooo!" si sente uscire dal sacco.
"Bravo!" dice l'esaminatore. "Sei promosso. Un gatto... Bell'idea!. Ti do 8, vai pure, alpino!".
Tocca al finanziere.
Dopo 3 minuti, nella stanza c'è il solito sacco, pieno, nell'angolo.
Come prima, l'esaminatore dà un piccolo calcio al sacco.
"Bau! Bau!" fa il finanziere da dentro il sacco.
"Bravo. Sei promosso. Per quanto... hai un po' copiato dall'alpino. Va beh, vai. Promosso con 7."
Tocca ora al carabiniere.
Dopo i soliti 3 minuti, troviamo il solito sacco pieno, in un angolo.
Solito calcetto dell'esaminatore.
Niente.
Altro calcio, più forte.
Niente.
Allora l'esaminatore dà calci ripetuti, sempre più forti, al sacco.
Niente.
Scarica di calcioni...
Ed esce dal sacco il carabiniere, tutto ammaccato, pieno di botte, incavolato nero, urlando: "Patate! PA-TA-TE!"