Software - Programmi Freeware, Shareware, Commerciali - Ottimizzare il PC
Programmi - Ufficio

CATEGORIE
INTERNET
Browser
Browser Plug-in
E-mail
Anti-Spam
FTP
Editor HTML
VRML
CHAT
Download Manager
File Sharing (P2P)

SICUREZZA
Anti-Virus
Firewall
Anti-Spyware

AUTOMAZIONE
Auto-Spegnimento
Programmazione Eventi
GRAFICA E MULTIMEDIA
Editing e Fotoritocco
Disegno Tecnico/3D
Visualizzatori
Audio/MP3
Montaggio Video
Media Player
Codec

FILES
Compressione/Archiviazione
CD Images
UnDelete

OTTIMIZZARE IL PC
Gestione/Manutenzione Registro
Ottimizzazione Sistema
Gestione Prestazioni e Temperature
Configurazione Approfondita
UFFICIO
Sostituti di MS Office
Editors vari
Calcolatori
Gestione Fonts
Dettatura di Testi

CD E DVD
Ripping
Masterizzazione
Copia
Authoring
Players

DESKTOP UTILITIES
Calendari
Note
Icone


REGSUPREME
Categoria:
Gestione/Manutenzione Registro
Home page:
MaceCraft Software
Licenza:
Shareware, Commerciale
Voto:
8/10
RegSupreme è presente in 2 versioni: Standard e Pro. Sono entrambe utilizzabili gratuitamente per 30 giorni, quanto basta per dare una riordinata al registro di configurazione e controllare che i fondamenti del sistema operativo non abbiano bisogno di una messa a punto. L'elemento principale del programma è il Registry cleaner, un potente strumento (simile al vecchio RegClean di Microsoft, ma molto più potente) in grado di compiere un'analisi del registro di sistema (si può scegliere fra più gradi di approfondimento) portando alla luce le chiavi non più in uso, per lo più spazzatura lasciata lì da applicazioni ormai disinstallate. Il registro di configurazione è il cuore di Microsoft Windows e quando il sistema comincia a dare segni di pesantezza, sotto forma di tempi di caricamento e di risposta troppo elevati, il problema potrebbe essere la congestione dei dischi o del registro. Usare RegSupreme non deve spaventare gli utenti meno esperti, perché dopo ogni scansione del registro, si può scegliere manualmente che cosa eliminare di quanto venuto a galla e, anche eliminando integralmente le cose emerse, il programma conserva il backup di tutti gli interventi fatti, in modo da poter ripristinare voci cancellate erroneamente. Il tutto è facilissimo da usare, visto che non ci sono menu in cui perdersi, ma il programma è fatto a schedario (versione Pro) e ogni scheda è uno strumento. Le differenze fra la versione Standard e la Pro sono nel numero di funzioni: nella standard c'è solo l'approfondito tool di pulizia del registro, mentre nella Professional abbiamo in più la possibilità di configurare il menu contestuale (quello che si attiva col tasto destro del mouse) di Internet Explorer, la gestione di base dei programmi in autorun all'avvio di Windows o dei tipi di files registrati nel sistema (per estensione e descrizione legata al programma predefinito) e altre utilità per configurare piccole cose che si usano spesso. Entrambe le versioni sono scaricabili velocemente, grazie al peso molto ridotto del file di setup.
(ultima revisione di questo articolo: 01/07/2005)

SPEEDFAN
Categoria:
Gestione Prestazioni e Temperature
Home page:
SpeedFan
Licenza:
Free
Voto:
8/10
Per la salute e lunga vita del PC, è importante che alcuni fattori vengano monitorati, soprattutto in estate, quando l'alta temperatura ambientale non aiuta il computer a smaltire tutta quell'aria calda che deriva dalla CPU, dai chip e dai dischi fissi. Ci sono programmi che sfruttano i sensori delle schede madri, per riportare temperature, velicità delle ventole e voltaggi in tempo reale. Uno di questi è SpeedFan: piccolo, gratuito e configurabile in lingua italiana. Al 1° avvio mostra già tutti i dati corretti perché riconosce il tipo di scheda e i suoi sensori (è comunque possibile selezionare la marca della scheda madre manualmente). Può anche accedere alle S.M.A.R.T. info degli hard-disk che supportano questa funzione, per monitorare anche le loro temperature. Per quel che riguarda le ventole, SpeedFan è in grado di gestirne la velocità se il vostro hardware lo consente, in funzione di una temperatura ideale impostata dall'utente e questo è un vantaggio soprattutto perché si ridurrebbe il rumore e il consumo energetico quando non è necessrio che girino a pieno regime. Quando il programma viene ridotto a icona nel systray, mostra un numero riportante la temperatura che riteniamo più importante (solitamente quella del processore), a nostra scelta. Una raccomandazione per i meno esperti: non allarmatevi se vedete che a luglio la vostra CPU si avvicina ai 70°C (in particolare gli Athlon XP e i Pentium 4 scaldano in modo esagerato), ma preoccupatevi se vengono superati troppo spesso o in stagioni più fredde. In tal caso, per non rischiare crash di sistema o addirittura la rottura del processore, vi conviene investire in un sistema di raffreddamento più efficiente e sicuramente meno costoso.
(ultima revisione di questo articolo: 03/07/2005)